Presentazione

La Biblioteca è nata nel 1984 come supporto agli studi dei docenti e degli studenti della Pontificia Università della Santa Croce; infatti il suo patrimonio è costituito per ampia parte da documenti cartacei e multimediali inerenti alle materie di insegnamento dell'Università: Teologia, Diritto canonico, Filosofia, Comunicazione sociale istituzionale. Da sempre, comunque, rende accessibile questo patrimonio anche agli studiosi esterni. Nel 1994 ha dato vita, insieme con altre 13 biblioteche, alla rete URBE (Unione Romana Biblioteche Ecclesiastiche).

Gli obiettivi principali della Biblioteca sono quelli di rendere disponibile un patrimonio bibliografico-documentale sempre aggiornato, che possa essere di utile supporto alla ricerca scientifica degli studiosi, e fornire servizi adeguati alle esigenze degli utenti affinché, con l'assistenza di personale qualificato, possano diventare fruitori indipendenti e autonomi.

Biblioteca

Il suo patrimonio è costituito da circa 185.000 volumi cartacei e 6.500 documenti digitali, 800 periodici, CD-ROM, microfilms, microfiches [gen. 2018].

Lungo gli anni si è arricchito con diversi lasciti che costituiscono dei Fondi particolari:

  • Fondo Fabro -  circa 20.000 volumi della biblioteca personale del filosofo Cornelio Fabro (Filosofia);
  • Mader/Salvatoriani - circa 1.000 volumi della biblioteca personale del teologo e archeologo Andreas Evarist Mader S.D.S. (Archeologia cristiana e Storia della Terra Santa);
  • Fondo Pinto Gómez - lascito di mons. José Miguel Pinto Gómez (Diritto canonico);
  • Fondo Olandese - libri olandesi provenienti dalla Certosa Serra S. Bruno (Patrologia ed Ecclesiologia).

Staff

Sezione: 

Follow the university's activities

Newsletter - L'Appuntamento

Stay up to date on our activities and events

Subscribe