Piano degli studi

Church History

1° Semestre

Codice Nome Docente ECTS
M611 Letture sulla storia della Chiesa Moderna
Il corso si prefigge l’obiettivo di introdurre l’alunno alla conoscenza di alcuni dei principali autori di testi sulla Chiesa nel periodo moderno. Lo studente dovrà scegliere uno o più libri dalla lista proposta dal Dipartimento e reperibile sulla Piattaforma Didattica. Ad ogni libro è assegnato un numero di crediti (uno, due o tre) in base al numero di pagine; è richiesta la lettura di testi per un totale di tre crediti.
Forlani 1,5
M122 Metodologia storica pratica
Introduzione al lavoro di ricerca in Storia della Chiesa. Il metodo storico-critico. Scelta dell’argomento della ricerca. Scelta del relatore. Elaborazione dello schema del lavoro e presentazione del progetto. Letture propedeutiche e bibliografia base la per stesura di una tesi. Periodizzazione: calendario e incontri con il relatore. L'apparato critico di un testo di ricerca e la bibliografia specializzata. L'organizzazione della Biblioteca della PUSC. L'uso delle principali fonti patristiche, medievali, moderne e contemporanee. I repertori bibliografici stampati e le risorse di Internet per la ricerca di Storia della Chiesa.          
Forlani - Zak 3
LALT Latino per la licenza in Teologia
Il corso, che pur prevede un conciso riepilogo delle principali nozioni grammaticali del latino (morfologia nominale e verbale, sintassi dei casi e del verbo, elementi fondamentali di sintassi del periodo), ha come obiettivo principale quello di offrire agli studenti la possibilità di un approfondito studio della lingua tramite un contatto diretto con i testi che hanno segnato la storia del pensiero cristiano nella loro originale redazione in lingua latina. Saranno presi in esame scritti di apologetica, atti e passioni dei martiri, testi patristici e di filosofi cristiani, per un periodo che spazia dagli albori del cristianesimo fino al medioevo.
Pirrone 6
M502 Storia moderna
Umanesimo e Rinascimento. Movimenti di riforma pretridentina. Le inquisizioni. La Riforma protestante. L'Anglicanesimo. Il Concilio di Trento. Il rinnovamento della Chiesa dopo il Concilio di Trento.  La schiavitù. Le guerre di religione. Galileo Galilei. Le controversie sulla grazia. La Chiesa el'Illuminsimo. Il Giurisdizionalismo. I cattolici nel Settecento.        
Martínez Ferrer 3
M682 Il cattolicesimo nell'Ottocento
L’eredità del secolo XVIII: illuminismo, regalismo e giansenismo. La diffusione dell’incredulità. La bufera rivoluzionaria. La Rivoluzione Francese e la Chiesa: dallo scisma alla persecuzione. L’esportazione della rivoluzione in altri paesi europei. Il periodo napoleonico: normalizzazione dei rapporti e contrasti: la prigionia di Pio VII e il Concilio Imperiale. L’età della Restaurazione. Il Congresso di Vienna e la Santa Alleanza. Il Romanticismo. Il pontificato di Leone XII. La Santa Sede e i nuovi Stati dell’America Latina durante i pontificati di Leone XII e Gregorio XVI. Chiesa e liberalismo: i cattolici liberali e l’enciclica Mirari vos. Gli inizi del Risorgimento italiano. Le rivoluzioni in Belgio e in Polonia. L’emancipazione dei cattolici in Inghilterra. Gregorio XVI e l’espansione missionaria. Il periodo dei nazionalismi liberali. Il lungo pontificato di Pio IX. La crisi del 1848. La definizione del dogma dell’Immacolata Concezione. Il Syllabus. Il Concilio Vaticano I. Il Risorgimento italiano e la “questione romana”. I rapporti col Secondo Impero. I concordati con l’Austria e la Spagna. Bismarck e il Kulturkampf. Il ripristino della gerarchia ordinaria in Inghilterra ed Olanda. Rapporti con altri stati. Lo sviluppo della Chiesa negli Stati Uniti. L’America Latina. Missioni e colonizzazione. La centralizzazione romana e l’ultramontanismo. Fondazione dei collegi nazionali a Roma. L’epoca dell’imperialismo: il papato di Leone XIII. La nascita del cattolicesimo sociale e la Rerum novarum. Lo sviluppo del socialismo e dell’anarchia. Il rilancio della diplomazia vaticana. La fine del Kulturkampf. Tentativi di distensione con l’Italia liberale. La politica del Ralliement in Francia. Leone XIII e la cultura. L’apertura dell’Archivio Segreto Vaticano. Fede e scienza nell’ultimo quarto del sec. XIX: il positivismo. La mobilitazione del laicato. L’Opera dei Congressi. La situazione missionaria alla fine del secolo. Il Concilio Plenario Latinoamericano. L’enciclica Aeterni Patris e il progetto neotomista. La condanna dell’Americanismo. L’enciclica Providentissimus Deus.
Pioppi 3
N082 Agiografia
@font-face { font-family: "Times New Roman"; }@font-face { font-family: "New York"; }@font-face { font-family: "Times-Roman"; }p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: justify; line-height: 120%; font-size: 12pt; font-family: Times-Roman; color: black; }table.MsoNormalTable { font-size: 10pt; font-family: "Times New Roman"; }div.Section1 { page: Section1; } Fine dell’agiografia è ricercare la verità storica nei racconti delle vite dei santi, seguendo un metodo preciso, indagando le fonti e cogliendo l’autenticità di un determinato testo. Lo studente verrà accompagnato alla scoperta dei principali scritti agiografici attraverso la loro lettura e commento in aula; si inizierà con gli Atti e le Passioni dei martiri (Atti di Giustino, Martiri Scillitani, Massimiliano, Fabio, Policarpo, Perpetua e Felicita), per seguire con le prime Vite dei Santi (Vita di Antonio, Ambrogio, Martino), passando per le biografie medievali (Romualdo, Bernardo, Francesco) e dell’epoca moderna (Filippo Neri, Vincenzo de' Paoli, Alfonso Maria de’ Liguori, Giovanni Maria Vianney). Si analizzeranno anche le vite dei santi narrateci attraverso alcuni testi poetici come gli Inni di Prudenzio e Assassinio nella Cattedrale di Eliot. Attraverso la lettura e il commento dei testi, il corso si propone di fornire le nozioni essenziali sull’origine della disciplina e sviluppo della letteratura agiografica (i bollandisti Rosweyde, Bolland, De Smedt, Delehaye); focalizzare l’attenzione sulle fonti dell'Agiografia, come i calendari, martirologi, menologi, sinassari, leggendari, fonti diplomatiche, corrispondenze, memorie, panegirici; prendere consapevolezza degli strumenti d’indagine necessari per distinguere un testo autentico da uno leggendario o epico; infine acquisire i criteri per determinare il genere letterario e le coordinate agiografiche.                  
Forlani 3
M082 I Papi del rinascimento
Papa Martino V (1417-1431) era tornato a Roma nel 1420, dopo una lunga assenza dei Papi dovuta al loro soggiorno ad Avignone (1305-1376) e al successivo Grande Scisma d'Occidente (1378-1417). Lui e i suoi successori si trovarono di fronte al compito di riorganizzare lo Stato Pontificio e di ristabilirlo come territorio secolare nel concerto del mondo degli Stati, in concorrenza con gli Stati nazionali che si stavano formando. Allo stesso tempo si impegnarono -con scarso successo- a difendere Costantinopoli, e dopo la sua caduta (1453), a fermare l'espansione turca. Inoltre si batterono per la conservazione delle prerogative del primato papale sull'idea conciliare da un lato e sulle chiese nazionali dall'altro. Per dare nuovo prestigio a Roma e al papato, i pontefici, particolarmente a partire da Nicolo V (1447-1455) promossero l'arte, la cultura e la scienza in una misura senza precedenti. Al contempo, le riforme della Chiesa, richieste più volte dai concili del XV secolo, passarono in secondo piano. Questa omissione, in parte dovuta anche a una diffidenza nei confronti dell'istituzione del concilio, è un'eredità gravosa, vista la Riforma protestante del 1517. La critica del papato rinascimentale aggiunge a questi demeriti anche l'inadeguatezza sul piano morale di alcuni dei papi dell'epoca, fra i quali è paradigmatico Alessandro VI.
Grohe 3
N052 Archivistica
@font-face { font-family: "Times New Roman"; }@font-face { font-family: "New York"; }@font-face { font-family: "Times-Roman"; }p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: justify; line-height: 120%; font-size: 12pt; font-family: Times-Roman; color: black; }table.MsoNormalTable { font-size: 10pt; font-family: "Times New Roman"; }div.Section1 { page: Section1; } Il corso si propone due obiettivi: 1. fornire gli elementi di base per una corretta gestione dell'archivio nelle sue tre fasi di vita (corrente, di deposito, storica); 2. evidenziare le modalità e gli strumenti per effettuare le ricerche negli archivi storici, con una particolare attenzione per gli archivi prodotti da enti ecclesiastici.        
Atzori 3
N662 Grandi evangelizzatori dell'epoca moderna
La questione storico-teologica dell'inculturazione  José de Acosta SJ (1540-1600) e le culture dell’America Latina Matteo Ricci SJ (1552-1610) e la cultura della Cina L’Istruzione di Propaganda Fide ai vicari apostolici dell’Asia orientale (1659) Bernardino d’Asti OFMCap (1702-1757) e la cultura dell’Antico Regno del Congo
Martínez Ferrer 3
M142 The History of the Catholic Church in the United States of America: A Thematic and Theological Study
This class intends to serve as an introduction to the rich history of the Catholic Church in the United States of America. Beginning with a general introduction to the field of U.S. Roman Catholic Church history, it will proceed to offer an overview of the status of the Church in the U.S.A., demographically, in 2020. From this point, beginning with the Spanish and French missionaries, the class will explore Church history in the U.S.A. until the immediate post-Vatican II period. Special attention will be paid to issues of Catholic education in the formation of the Church in the U.S., historical patterns of immigration in the U.S., secularism and accommodation as a constant theme for the U.S., the concepts of  “Trusteeism” and “Americanism,” as well as discussing key figures like John Carroll, John England, Dorothy Day, John Courtney Murray, Fulton Sheen, Francis Spellman, John Ireland, “Dagger John” Hughes, Flannery O'Connor, Thomas Merton, Charles Coughlin, Walker Percy, and many others.  
Cush 3
M872 Teologia latinoamericana
En este curso se recorrerá el itinerario completo de la teología cristiana en América Latina, desde los primeros pasos de la implantación de la Iglesia en el Nuevo Mundo hasta nuestros días. Con este fin se revisarán las tesis teológicas más originales, se revisarán las propuestas pastorales de mayor proyección evangelizadora, surgidas en cada época, y se dará noticia de los cuatro ciclos conciliares de América Latina y de la teología de las Conferencias Generales del Episcopado. El curso se dividirá en tres partes: el ciclo colonial (hasta 1810), el primer siglo republicano y el siglo XX. Al final se dedicará una sesión a la V Conferencia General del Episcopado Latinoamericano y del Caribe en Aparecida.
Saranyana 3
S441 Seminario permanente di Storia della Chiesa I
Sei sessioni di approfondimento con sei accademici esperti in Storia Moderna e Contemporanea (3 sessioni nel primo semestre e tre nel secondo). Assistenza obbligatoria per gli studenti della Specializzazione di Storia della Chiesa. Alla fine di ogni semestre occorre consegnare al prof. incaricato un riassunto / commento personale di ogni sessione di una cartella.    
Fuster 3

2° Semestre

Codice Nome Docente ECTS
M111 Letture sulla storia della Chiesa Contemporanea
Il corso si prefigge l’obiettivo di introdurre l’alunno alla conoscenza di alcuni dei principali autori di testi sulla Chiesa nel periodo contemporaneo. Lo studente dovrà scegliere uno o più libri dalla lista proposta dal Dipartimento e reperibile sulla Piattaforma Didattica. Ad ogni libro è assegnato un numero di crediti (uno, due o tre) in base al numero di pagine; è richiesta la lettura di testi per un totale di tre crediti.  
Forlani 1,5
M121 Metodologia storica pratica I
Questo corso è diviso in due semestri. Le prime sei lezioni, che corrispondono al primo anno secondo semestre, sono le seguenti: 1. Presentazione del corso. Introduzione al corso di metodologia: metodo di lavoro. Attitudini e qualità del ricercatore. 2. Letture propedeutiche e bibliografia base: cosa si deve annotare? Periodizzazione: calendario e incontri con il relatore. Schedatura bibliografica: metodi di registrazione manuale ed informatico. Introduzione al modo di fare le citazioni. 3. Scelta dell’argomento della ricerca storica. Scelta del relatore. Elaborazione dello schema del lavoro e presentazione del progetto. 4. Organizzazione della nostra biblioteca. Introduzione a LibriVision. 5. Esercizio pratico sulle citazioni. Impiego dell’elaboratore. 6. Ricerca della bibliografia e delle fonti con l’aiuto di mezzi informatici.
Leal 1,5
LALT Latino per la licenza in Teologia
Il corso, che pur prevede un conciso riepilogo delle principali nozioni grammaticali del latino (morfologia nominale e verbale, sintassi dei casi e del verbo, elementi fondamentali di sintassi del periodo), ha come obiettivo principale quello di offrire agli studenti la possibilità di un approfondito studio della lingua tramite un contatto diretto con i testi che hanno segnato la storia del pensiero cristiano nella loro originale redazione in lingua latina. Saranno presi in esame scritti di apologetica, atti e passioni dei martiri, testi patristici e di filosofi cristiani, per un periodo che spazia dagli albori del cristianesimo fino al medioevo.
Pirrone 6
S441 Seminario permanente di Storia della Chiesa I
Sei sessioni di approfondimento con sei accademici esperti in Storia Moderna e Contemporanea (3 sessioni nel primo semestre e tre nel secondo). Assistenza obbligatoria per gli studenti della Specializzazione di Storia della Chiesa. Alla fine di ogni semestre occorre consegnare al prof. incaricato un riassunto / commento personale di ogni sessione di una cartella.    
Fuster 3
N842 I papi del XX secolo
@font-face { font-family: "Times New Roman"; }@font-face { font-family: "Baskerville"; }p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal { margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: justify; line-height: 12pt; font-size: 10.5pt; font-family: Baskerville; color: black; }table.MsoNormalTable { font-size: 10pt; font-family: "Times New Roman"; }div.Section1 { page: Section1; } Pio X. L’attività riformatrice: l’eliminazione dell’esclusiva; la riforma della Curia Romana e del diritto canonico; la creazione di AAS. Riforme in ambito pastorale: canto liturgico, catechesi e Comunione frequente. L’atteggiamento duttile nei rapporti con l’Italia: il Patto Gentiloni. Lo scioglimento dell’Opera dei Congressi. Le leggi francesi anticongregazioniste e di separazione. Declino dell’attività diplomatica vaticana. Il modernismo, la sua condanna e la successiva repressione. Benedetto XV. La Prima Guerra Mondiale e le sue conseguenze; la politica di imparzialità della Santa Sede; la nota diplomatica del 1 agosto 1917. Conseguenze positive della Guerra sul cattolicesimo francese, italiano e tedesco. I problemi causati dalla chiamata alle armi dei chierici in Italia e in Francia. L’Opera dei Prigionieri. Le missioni e la svolta della Maximum illud. La Rivoluzione Russa e l’indipendenza della Polonia. Pio XI. La soluzione della questione romana e i Patti Lateranensi. La lotta contro i totalitarismi: comunismo e fascismi: persecuzione della Chiesa in Germania; persecuzione della Chiesa in Unione Sovietica e nella Seconda Repubblica Spagnola; interventi del papa: le encicliche Non abbiamo bisogno, Mit brennender Sorge e Divini Redemptoris. La persecuzione in Messico negli anni ‘20 e ‘30. La condanna dell’Action Française. L’Azione Cattolica. La promozione del clero autoctono nelle regioni di missione. L’enciclica Quadragesimo anno. Pio XII: la Seconda Guerra Mondiale; attività diplomatica. L’aiuto agli ebrei e i presunti silenzi di Pio XII. Il mondo del dopoguerra: il contrasto al comunismo; le persecuzioni nei paesi del socialismo reale. Azione cattolica e partiti democratico-cristiani. I cattolici nel processo d’integrazione europea. La decolonizzazione. Il dogma dell’Assunzione. La Nouvelle Théologie. Giovanni XXIII e la convocazione del Concilio Vaticano II. Il pontificato di Paolo VI e la crisi post-conciliare. Rivoluzioni degli anni sessanta. L'Ostpolitik vaticana. Lo sviluppo del movimento ecumenico. Il pontificato di Giovanni Paolo II: l’applicazione del Vaticano II. Il crollo del comunismo nei Paesi dell’Europa orientale. I viaggi pastorali del pontefice e l’attività diplomatica della Santa Sede.
Fuster 3
N132 Pedagogia e didattica delle scienze storiche
Il corso parte dalla doppia domanda «come gli studenti imparano e come possiamo aiutarli». Si studiano in esso i seguenti contenuti: Breve storia dell'educazione. Definizioni di pedagogia, didattica e apprendimento. Principali movimenti didattici. Parti della Didattica. Fasi dell'insegnamento: programmazione, lezione, valutazione. Funzione della memoria. Tecniche e strategie didattiche.  Motivazione. Il commento. Didattica speciale: Patrologia, Storia, Archeologia, Lingue. Esercitazioni pratiche.  
Leal 3
N802 Storia del Concilio Vaticano II
Il Concilio Vaticano II costituisce, senz’altro, il fatto più rilevante della storia della Chiesa nel ventesimo secolo. Più di quarant’anni dopo la sua chiusura non abbiamo ancora finito di svilupparne tutte le potenzialità. Il corso cerca di offrire una visione d'insieme: i precedenti storici, l‚ambiente teologico e socio-ecclesiale che rese possibile il concilio, l'evolversi delle sessioni conciliari, i personaggi chiave, i documenti approvati e i principali riflessi nella vita cristiana del dopo concilio, nonché la storiografia sul Concilio. Inoltre, la vicinanza nel tempo ci permette di avere a disposizione immagini originali dell’assise conciliare.      
Grohe 3
M152 Storia della Curia e delle istituzioni ecclesiastiche
Il corso di storia della Curia romana e delle istituzioni ecclesiastiche cercherà di capire come la Chiesa si organizza per compire la sua missione nel mondo: organizzazione verticale e orizzontale, primato pontificio, collegialità episcopale, funzione del collegio cardinalizio, rapporto tra Chiesa universale e Chiese locale. Le istituzioni ecclesiastiche hanno preso forma lentamente, per dare risposta alle sfide storiche, congiunturali o perenne.
Sol 3
N852 San Josemaría Escrivá, fondatore dell'Opus Dei: un approccio storico
Approccio alla vita del fondatore dell'Opus Dei a partire dei suoi scritti. Le opere di san Giuseppemaria verranno presentate nel contesto storico in cui furono scritte oppure pubblicate: Saragozza. Madrid e gli anni Trenta. La guerra civile spagnola. A Roma per l'approvazione dell'Opus Dei. Gli anni Sessanta e Settanta. Opere postume.          
Ossandón 3
Q622 Movimenti ecclesiali nella Chiesa
Nel secolo scorso si è registrata una grande fioritura di nuovi movimenti ecclesiali, sotto l’impulso dello Spirito Santo. Queste nuove forme di apostolato sono state spesso oggetto di resistenza e hanno originato non poche tensioni. In questo corso studieremo il fenomeno, analizzando il concetto di “nuovo movimento ecclesiale”, l’origine di tali movimenti, le loro caratteristiche principali, il loro rapporto con l’autorità della Chiesa, la loro presenza nella chiesa particolare e la loro configurazione giuridica.
Navarro - Goyret - Rio García 4

Follow the university's activities

Newsletter - L'Appuntamento

Stay up to date on our activities and events

Subscribe